LETTO FELICINO progetto ZUCCHI BASSETTI


Mario Prandina - in arte Plinio il Giovane – è sempre proiettato nel futuro e presenta Plinioltre, il suo nuovo brand progettato e realizzato con una filosofia di fondo che unisce l’ecologia, che da sempre contraddistingue i suoi prodotti, all’ambito sociale.

Dal 1975 Mario Prandina esprime attraverso i suoi prodotti, la sua campagna sociale, che consiste nel salvare un mestiere antico come quello del falegname, realizzando prodotti di design con una forte identità di marchio e pensati per essere fatti a mano, uno per uno, solo con materiali naturali.

Il rispetto per l’ambiente e per l’essere umano e le sue capacità in Plinioltre raggiunge nuove vette. L’idea di Mario Prandina è infatti di portare nella sua falegnameria - in un ambiente dal profumo antico e ricco di tradizione, che solo il legno lavorato può comunicare - anche persone disagiate, permettendo loro di imparare un mestiere prezioso per dare loro l’opportunità di riabilitarsi. In questo ambiente pieno di fascino e seduzione, Plinioltre si impegna a sviluppare dei prodotti di grande qualità, assemblabili in maniera semplice.

Mario Prandina, proprietario e ispiratore dell’azienda Plinio il Giovane, è ideatore, designer e art director di Plinioltre e garantisce con la sua presenza la qualità delle materie prime – il legno – la qualità della lavorazione eseguita in parte dalla sua falegnameria e in parte da persone svantaggiate.

L’idea di Mario Prandina è nata anche grazie a un film: Si può fare. Si tratta della storia vera della prima cooperativa sociale. Un film commedia che non risparmia certo le difficoltà e i risvolti a volte drammatici delle persone coinvolte nella storia, ma che mostra come a volte basti poco per sentirsi una persona migliore, per aiutare delle persone piene di risorse che aspettano solo che li si aiuti a esprimerle e per dare il via a storie simili.

Dopo un periodo di rodaggio, il progetto ha riscosso il successo meritato e attirato l’attenzione di partner interessati a collaborare, il Comune di Milano che ha concesso uno spazio a Milano in Viale dei Mille 1 dove ha sede il progetto A.I.R. (Acceleratore d’impresa Ristretta), la Cooperativa Opera in Fiore che annovera tra i suoi soci alcuni detenuti e disabili psichici e Zucchi che ha dimostrato il suo interesse verso non solo i prodotti ma anche e soprattutto verso il significato che ha il progetto e la sua finalità sociale e ha acquistato in esclusiva il letto Felicino, che sarà venduto dai nuovi negozi Zucchi Home in Italia e all’estero, tra l’altro in Brasile.

È così che nasce la collezione Plinioltre, con una produzione a catena corta ovvero a kilometri zero.

Per non parlare dello Spazio Luna Lab dell’Università di Bologna. La Provincia di Milano – a firma dell’Onorevole Guido Podestà – ha patrocinato il progetto Plinioltre.