Nati in carcere: una lampada ed un violino, luce e musica